Sommelier: stile unico e affascinante

Stefano Morazzoni

Politecnico di Milano

Dal Bruni Glass Design Award al vino rosé di qualità

Bodega Lozano, azienda spagnola con sede a Villarrobledo (Albacete), ha lanciato una nuova sfida con il suo nuovo vino “Lozano”. Il prodotto appartiene alla “Selezione delle origini”, una produzione limitata di bottiglie per un vino di alta qualità, prodotto nelle meravigliose terre del Mediterraneo.

Bodegas Lozano è un’azienda familiare fondata 100 anni fa che ha recentemente acquisito un’impresa vinicola nella Rioja Alavesa e ha presentato quest’anno un vino caratterizzato da un elegante color rosa salmone pallido, pulito e molto luminoso. L’odore ha un’intensità aromatica elevata, con un tocco di more, violetta e pompelmo, su uno sfondo floreale.

La bottiglia utilizzata da Bodegas Lozano è la Sommelier, un design innovativo creato durante il Bruni Glass Design Award del 2015 da Stefano Morazzoni, ex studente al Politecnico di Milano.
La Sommelier con la sua forma elegante e sinuosa che ha entusiasmato i produttori di vino grazie al suo design unico e originale. È disponibile nei colori bianco e verde antico e si adatta a tutti i tipi di prodotto, dai vini corposi a quelli freschi e leggeri.

Julián Aceves, graphic designer di Bodega Lozano, spiega perché l’azienda ha scelto questa forma nata dal BGDA: “Volevamo puntare sull’innovazione, scegliendo una bottiglia che si distingue per il suo design unico.
Non ordinaria, elegante, raffinata e diversa da qualsiasi altra forma: niente di più adeguato per il nostro vino rosé. Amiamo lavorare con Bruni Glass perché può offrire una vasta gamma di design innovativi e particolari, l’ideale per chi desidera un prodotto speciale di alta gamma con una forma originale e all’avanguardia. La bottiglia Sommelier riesce ad evocare i sapori freschi del mediterraneo ed è un’icona di genuinità e qualità”.

Questo prodotto, Grenache al 100%, ha avuto un grande successo sul mercato. Si è esaurito in poco tempo nel corso del 2018 e le vendite sono state interrotte a settembre per poi riprendere a maggio di quest’anno.